Sì, il paddleboarding è un’attività che crea dipendenza

Chiedete a qualsiasi pedalò attivo e vi dirà quanto sia coinvolgente il paddleboarding. Passano ore a prepararsi per il paddleboarding. I pagaiatori spendono un sacco di soldi per l’attrezzatura e la tavola. Molti pagaiatori viaggiano anche in tutto il mondo, cercando di prendere un’onda particolare. Ecco quanto questo sport crea dipendenza. Sta diventando uno dei nuovi sport più popolari, con sempre più persone che si uniscono al carro.

SIAMO DIPENDENTI DAL PADDLEBOARD 😉

Perché il paddleboard è un’attività che crea dipendenza

Il motivo della dipendenza dell’attività è la ricompensa inaspettata che si ottiene quando ci si abbandona al paddleboarding. È quasi come il gioco d’azzardo. Non sai quando vincerai il jackpot, eppure non riesci ad allontanarti dal tavolo. Il paddleboarding è un po’ così. Non sai quando riuscirai a prendere un’onda. Ma sei comunque disposto a dare il massimo per questo sport.Il paddleboarding non è qualcosa che ci si aspetta di tornare vincitore. Bisogna prepararsi al paddleboarding in prima persona. Non si può lasciare l’ufficio e andare in acqua. Dovete portare la tavola con voi. Devi essere vestito per il paddleboarding. Dovete prendervi del tempo libero dal lavoro e scusarvi da molte altre attività che possono coinvolgere i vostri cari. La maggior parte degli esperti di paddleboarding vi dirà anche che dovreste fare un po’ di esercizio prima di andare a prendere le onde. Che bisogna essere in forma, è qualcosa che va da sé.

Un’attività di sport acquatico per tutti

Il fatto più sorprendente, o a volte deludente, è che il mare e il vento possono essere o meno dalla vostra parte. A volte possono concederti tutto ciò che desideri. A volte si può aver aspettato per ore senza ottenere alcun buon risultato. Questa incertezza è un’altra cosa che rende questo sport così coinvolgente – ancora una volta, proprio come il gioco d’azzardo. La differenza è che puoi sederti a un tavolo senza alcuna preparazione. Ma, nel paddleboarding, bisogna passare giorni interi ad esercitarsi a remare. Bisogna praticare le proprie mosse. Bisogna anche conoscere il tempo in anticipo, prima ancora di pensare di remare. Dopo tutti questi preparativi, il mare può deludervi.

Il paddleboarding crea dipendenza come la dopamina

Gli scienziati dicono che l’anticipazione rilascia dopamina. Si è in attesa della prima ondata o della successiva, che ci si aspetta sia più grande e migliore, e questa anticipazione è ciò che rilascia la dopamina. La dopamina crea dipendenza. Anche il paddleboarding. Non che gli amanti del paddleboarding si lamentino della dipendenza.